011 322 44 56 | mail@example.com

Tre anni di precariato senza possibilità di concorso a cattedra dà diritto al risarcimento danni. Si pronuncia la Corte di Cassazione

Il docente di religione cattolica che abbia lavorato per oltre un triennio in forza di rapporti annuali a rinnovo automatico o comunque senza soluzione di continuità matura, dopo la terza annualità non accompagnata da indizione di concorso, il diritto al risarcimento del danno cd. eurounitario. L’inadempimento datoriale viene interrotto dalla successiva indizione del concorso, ma solo per il futuro e per le tre annualità successive. Invece, chi abbia lavorato con incarichi annuali di docenza a termine discontinui a causa di un’eccedenza rispetto al fabbisogno che non abbia consentito il rinnovo automatico previsto dalla contrattazione collettiva, matura parimenti il diritto al risarcimento del danno cd. eurounitario, se in concreto abbia lavorato per un periodo superiore a tre annualità, sulla base di incarichi non infrannuali. (Corte di Cassazione, Sezione Lavoro, Sentenza 05 agosto 2022, n. 24393)

L’articolo Tre anni di precariato senza possibilità di concorso a cattedra dà diritto al risarcimento danni. Si pronuncia la Corte di Cassazione sembra essere il primo su Orizzonte Scuola Notizie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *